Madonna di Medjugorje, tremila fedeli in preghiera a Jesolo
Si è riempita la tensostruttura in piazza Kennedy che ospitava l’evento. Il racconto commovente dei pellegrini e il clou con l’arrivo dei sei veggenti

di Giovanni Cagnassi

jesolo_madonna_medjugorjeUn viaggio nella religione più mistica e spirituale. Nonostante gli scettici, ieri alla tensostruttura di piazza Kennedy sono arrivate da tutto il Triveneto e l’Italia circa tremila persone a raccogliersi in preghiera assieme all’associazione “In Cammino con Maria” che ha promosso la terza edizione di questa grande giornata di preghiera in diretta sulla Tv di Medjugorje Italia.

Un gruppo che organizza un pullman ogni mese per vivere l’esperienza nel santuario della Bosnia, duemila fedeli jesolani all’anno che vanno in pellegrinaggio a Medjugorje. A Jesolo hanno collaborato anche alcune parrocchie, come quelle di Ca’ Fornera ed Eraclea, con una decina di sacerdoti per le confessioni e la liturgia. La messa è stata celebrata dal parroco romano don Tiziano Soldavini.

Ieri mattina, la platea era già gremita sotto la grande tenda, davanti al racconto della padovana Cinzia De Biagi. Una storia di alcol, solitudine, violenza. Il compagno la picchiava, beveva, aveva cercato di ucciderla. Con l’aiuto della Madonna lo ha perdonato e aiutato. Ci sono molti altri racconti narrati sotto la tensostruttura allestita in tempo record, dopo che dal PalaArrex i fedeli se ne erano dovuti andare per far posto a Miss Italia. Ha pagato la Miren tutte le spese, e la giornata è riuscita, con il saluto del sindaco, Valerio Zoggia che ha fatto un salto la mattina.

Dopo i racconti di vita vissuta, sono arrivati i sei veggenti che hanno avuto l’esperienza del viaggio spirituale, del contatto con la Madonna. È stato il momento culminante dell’intera giornata. La chiesa, almeno quella ufficiale, è ancora molto scettica su Medjugorje e, nonostante i molti anni trascorsi dalle prime apparizioni, ancora non si pronuncia. Dal parroco di provincia fino al patriarca e alle alte sfere in Vaticano, al momento non vi è una presa di posizione che riconosca miracoli e apparizioni in modo definitivo.

Ma le persone che si raccolgono in preghiera, al di là delle accuse di fanatismo religioso e strumentalizzazioni varie, prima di tutto pregano e cercano una serenità interiore che altrove non trovano. Il gruppo di Jesolo raccoglie soldi da devolvere alle famiglie bisognose. Ci sono anche persone come Silvia Guso che hanno raccontato la loro esperienza di guarigione dalla malattia.

Attorno alla tensostruttura, banchi e banchetti, libri e rosari. Anche se non tutti gli esercizi commerciali hanno risposto, ieri Jesolo Paese si è popolata con bar e negozi aperti. E Jesolo compie un altro passo verso un nuovo turismo religioso agli albori.

da nuovavenezia.gelocal.it

Categories : Eventi, Jesolo
Comments (0)

Festival Show a Jesolo per aspettare Capodanno
Dopo il successo della scorsa estate torna protagonista in piazza Mazzini Gli organizzatori dell’evento hanno trovato l’accordo con il Comune

di Giovanni Cagnassi

jesolo_no_festival_show_2013Finita la stagione, Jesolo pensa già al Capodanno. Mentre si attendono conferme su Miss Italia, ancora in bilico, e si è conclusa tra mille perplessità la festa dei nonni, per la notte del 31 dicembre sono già state avviate le trattative per portare in piazza il Festival Show di Paolo Baruzzo. Reduce dal successo dell’evento in piazza Torino, con diecimila persone ad assistere allo spettacolo musicale all’insegna della bellezza, la carovana del Festival potrebbe essere nuovamente protagonista anche in piazza Mazzini a Capodanno, come sempre con Radio Birikina e Bella e Monella che riserverebbero così un’edizione esclusiva della kermesse.

Gli organizzatori del Festival ne hanno già discusso con l’assessore al turismo, Daniela Donadello e a breve potrebbe arrivare la comunicazione ufficiale se ci sarà l’accordo finale. Il Comune deve già fare i conti con successi e insuccessi che hanno animato il dibattito estivo. Siamo partiti con le notti gialle, alla prima edizione sul litorale, per arrivare ai fasti dell’operazione Del Piero a Jesolo che ha avuto un notevole successo a livello di immagine. Il pienone assicurato è stato però quello di eventi quali i concerti al Terrazza Mare, fino a 30 mila persone, le nottate con i dj del Muretto, la reunion dei bikers al Moon Cafè con annessa pista Azzurra.

Poi è arrivato il turno della festa dei nonni, bella idea, ma forse non capillarmente diffusa tanto che è stata più che altro una bella festa cittadina, ma non certo un boom di presenze. Ora l’incognita di Miss Italia: arriva o non arriva? La finale doveva essere a metà ottobre, adesso potrebbe slittare tra la fine del mese e primi di novembre, senza certezze sulla diretta televisiva. È di questi giorni la lettera aperta agli operatori che il sindaco Valerio Zoggia e il vice Roberto Rugolotto hanno voluto scrivere chiedendo loro di credere in un vero allungamento della stagione che finalmente si sta attuando.

«Abbiamo preso un impegno», scrivono, «quello di protrarre il più a lungo il periodo di attività per arrivare così agli inizi di ottobre. Molte località stanno cercando, con maggiori o minori successi, di allungare la stagione. Un obiettivo ormai diffuso. Proviamo tutti insieme a stringere i denti per rendere gradevole il soggiorno di chi vorrà venire a farci visita in questo periodo».

Ma ormai quasi tutti gli alberghi hanno chiuso e resteranno aperti tutto l’anno, solo una quarantina al massimo.

da nuovavenezia.gelocal.it

Categories : Eventi, Jesolo, Turismo, Vacanze
Comments (0)

Jesolo ospiterà anche le finali regionali di Mister Italia
Venerdì In piazza Azzurra la sfilata dei maschietti che ci tengono alla bellezza. Saranno visti da una giuria di sole donne con giornaliste e fotografe

jesolo_mister_italia_finale_regionaleUna località, Jesolo, che è sempre più “città della bellezza”: quest’anno Piazza Aurora ospiterà anche la finale regionale del concorso di bellezza maschile Mister Italia, quello originale registrato fin dal 1984 dalla International Events e che anche quest’anno ha toccato varie location del Veneto partendo dalla Fiera di Padova dove è stato eletto Mister Ascom per toccare poi altre fiere, centri commerciali, piazze e discoteche.

La serata sarà condotta da Giulia Grilli che avrà il compito di presentare i concorrenti nelle quattro uscite previste; le prime due in cui i concorrenti saranno in gara e sfileranno in abito casual e costume da bagno della Linea Sprint, le seconde due in cui i boys non più in gara sfileranno la moda mare della Linea Sprint e da alcune proposte di abiti eleganti per dei momenti importanti. Le coreografie dei ragazzi in gara saranno curate da Deborah Ferrato che sarà presente anche con il suo corpo di ballo.

La serata sarà arricchita da altri interventi canori e di spettacolo. Il look dei concorrenti sarà curato dallo staff del Salone Alessandra di San Donà di Piave. La manifestazione, organizzata dall’Associazione Culturale La Ribalta è realizzata con il contributo e il patrocinio del Comune di Jesolo e la collaborazione del Comitato Cittadino Mazzini Aurora.

Durante la serata verranno assegnate anche altre 6 fasce collaterali di titoli di concorsi di bellezza maschili della International Events che sono: Mister Eleganza Veneto, Mister Cinema Veneto, Mister Fitness Veneto, Mister Alpe Adria Veneto, Boy Italia Veneto e Il + Bello d’Italia Veneto collegato al primo concorso di bellezza maschile italiano nato nel 1979 ad Alassio e che la International ha in concessione. I primi classificati accederanno alle Finali nazioni di Mister Italia 2013 che si terranno a dicembre. La giuria di sole donne, sarà composta anche da giornaliste, fotografi, operatori del settore moda, titolari di agenzie di moda.

da nuovavenezia.gelocal.it

Categories : Eventi, Jesolo
Comments (0)

Miss Italia a Jesolo almeno fino al 2016: il Veneto capitale italiana della bellezza
Accordo per quattro anni con Mirigliani: le prefinali e le finali di quest’anno si svolgeranno dal 29 settembre al 13 ottobre

miss_italia_jesoloDopo tanti rumors, l’ufficialità: il titolo di Miss Italia 2013 sarà assegnato a Jesolo (Venezia), dove si svolgeranno le pre-finali nazionali dal 29 settembre al 2 ottobre con 190 ragazze e le finali dal 3 al 13 ottobre con 63 candidate. Il sindaco di Jesolo Valerio Zoggia ha raggiunto un accordo con la società di Patrizia Mirigliani per la durata di quattro anni. Jesolo ha già ospitato Miss Italia nel Mondo dal 2007 al 2010 e le prefinali del concorso nazionale nel 2006, trasmesse per la prima volta in diretta televisiva, ma ora ha ottenuto la gara più attesa, quella che ha 74 anni di storia e che porta al titolo nazionale.

La regione ha proclamato in passato Miss Italia per due volte, a Cortina D’Ampezzo nel 1953, vinta da Marcella Mariani, e a Gallio (Asiago) nel 1980, quando il titolo andò a Cinzia Lenzi. Nell’anno in cui il concorso ha riempito le piazze italiane con le selezioni come non capitava da tempo (si calcola che vi abbia assistito oltre un milione di persone in 500 spettacoli), si realizza un progetto che già tre anni fa faceva dire al presidente della regione Luca Zaia che Jesolo e il Veneto avevano ricevuto dalla presenza delle miss un grande ritorno economico e di immagine, ricambiate da una cornice di festa, partecipata ed esaltante, mai vista prima.

«È una grande soddisfazione poter annunciare che Jesolo sarà la sede della finale del concorso più prestigioso legato alla bellezza – commenta il sindaco Valerio Zoggia -. Associare la nostra rinomata località a Miss Italia significa aprire una nuova era del concorso più conosciuto al mondo, che in Jesolo troverà un partner importante per promuovere e rilanciare il ruolo della donna italiana nella nostra società». «Miss Italia e Jesolo come due innamorati che si cercano: finalmente abbiamo concluso un lungo, reciproco corteggiamento – ha detto Patrizia Mirigliani – e con il sindaco abbiamo realizzato un progetto al quale pensavamo da anni, come già con il presidente Luca Zaia e con i precedenti amministratori della città. Ora contiamo di realizzare una grande edizione di Miss Italia e di varare una serie di iniziative che mettano in primo piano Jesolo come nuova casa delle nostre miss. L’intesa pluriennale lo consente».

da gazzettino.it

Categories : Eventi, Jesolo
Comments (0)
Sep
05

Il basket 2013 a Jesolo

By · Comments (0)

A JESOLO ARRIVA IL GRANDE BASKET: IL 13-14 SETTEMBRE IL TROFEO “CITTA’ DI JESOLO”

di Matteo Valente

jesolo_basket_2013Il grande basket ha scelto ancora Jesolo e il suo incantevole scenario per un appuntamento di spessore. Venerdì 13 e Sabato 14 Settembre 2013 EDSport in collaborazione con il BASKET CLUB JESOLO eil patrocinio di FIP VENETO organizzerà il 1° Torneo Internazionale Città di Jesolo, quadrangolare del pre-campionato di Serie A con Umana Reyer Venezia, Cimberio Varese, Granarolo Virtus Bologna e Cibona Zagabria.

La manifestazione si svolgerà al Pala Arrex, in piazza Brescia 11 a Jesolo e sarà patrocinata dal Comitato Regionale e Nazionale della FIP. All’interno del Palasport verrà allestito un Museo del Basket intitolato a DRAZEN PETROVIC, a vent’anni dalla scomparsa dell’indimenticato campione.

Per l’occasione gli organizzatori invitano le squadre del settore giovanile delle società del Veneto, fino alla categoria Under 17 (nati fino al 1997), a partecipare GRATUITAMENTE alla manifestazione. Per ogni 10 partecipanti entrerà con loro gratuitamente anche 1 accompagnatore o dirigente.

Ad ogni società che si accrediterà, sarà riservata una busta alla cassa accrediti del Pala Arrex. All’interno dell’impianto l’organizzazione riserverà un intero settore del palasport alle società accreditate. Per coloro che non rientrano nella convenzione, genitori o dirigenti, il prezzo del biglietto è di Euro 10 valido per entrambe le partite della giornata.

da venetoblog.corrieredelveneto.corriere.it

Categories : Eventi, Jesolo, Sport
Comments (0)

700 mila per le Frecce Tricolori a Jesolo: esibizione spettacolare: un pomeriggio in spiaggia con le pattuglie di aerei militari e acrobatici, italiani, francesi, svizzeri e belgi. Migliaia di persone con gli occhi al cielo

jesolo_frecce_tricolori_2013Oltre 700 mila turisti hanno assistito nel pomeriggio alla manifestazione aerea “Jesolo European Air Show” trasmessa in diretta su Rai Uno e conclusa con l’esibizione delle Frecce Tricolori. Tutti gli aeroplani, sia militari che civili, hanno operato dalla base del 51/o Stormo di Istrana (Treviso) da dove sono decollati per raggiungere i 20 chilometri del lungomare di Jesolo. È la 17/a volta che la località balneare del veneziano ospita la manifestazione e le acrobazie dei velivoli dell’Aeronautica Militare.

«Ormai è una classica per la nostra città – commenta il sindaco Valerio Zoggia – .Quest’anno abbiamo superato l’obiettivo dei 500 mila ospiti. È una bellissima giornata che ci riempie di gioia». Le Frecce Tricolori assieme a pattuglie di aerei militari e acrobatici, italiani, francesi, svizzeri e belgi hanno dato spettacolo allo “Jesolo European Air Show 2013”.

Intense emozioni con la pattuglia acrobatica nazionale delle Frecce Tricolori. Conosciute anche come 313esimo gruppo addestramento acrobatico di Rivolto, dieci aerei – nove in formazione e un solista – le Frecce Tricolori non hanno certo bisogno di presentazioni. Tonneau, figure classiche come la “bomba”, evoluzioni come il «volo folle» del solista e altre figure celebri hanno reso famosa la formazione con l’immancabile scia tricolore.

da nuovavenezia.gelocal.it

Categories : Eventi, Jesolo
Comments (0)

Turismo ferito dal meteo
Jesolo salvata da Del Piero
Le categorie: «Crisi e stagione corta, servono piani e idee» Il nodo delle prenotazioni online: «Troppi soldi all’estero»

di Nicola Munaro

jesolo_ritiro_estivo_del_pieroIn montagna «ci sono stati pochi giorni buoni e la redditività si sta azzerando». A Cortina quasi nessuno «si ferma a dormire negli alberghi, non c’era pienone nemmeno a Ferragosto ». A Jesolo «tutto sommato è andata bene ». Ma Jesolo aveva Del Piero, e di questi tempi si è detto tutto. Sì perché l’estate 2013 del turismo Veneto è stata l’ennesima con il segno «meno», stretta nella morsa di una crisi che dal 2008 non ne vuole sapere di mollare e di un meteo inclemente. Se in più ci si mette la cronica mancanza di programmazione, ovvero di eventi e di scarso sostegno dalla politica—come tuonano le principali associazioni di categoria—il gioco è pressoché fatto. E all’orizzonte il cielo di settembre è ancora più fosco. A salvarsi, ancora una volta, potrebbe essere Jesolo, soprattutto se l’amministrazione comunale riuscirà a firmare il contratto con l’organizzazione di Miss Italia, guarda caso un altro evento che, come il calcio, tocca la «pancia» degli italiani. E che potrebbe finire sul network di La 7, con ovvi ritorni d’immagine per la più grande cittadina turistica del litorale: «Eppure maggio e giugno sono stati un disastro – sottolinea Massimiliano Schiavon, presidente degli albergatori di Jesolo -, più che altro per il maltempo. Luglio ci ha sorpreso e agosto, che ci preoccupava, ci ha fatto sorridere».

Ed eccolo l’asso capace di sparigliare le carte: Alessandro Del Piero. «Del Piero è stato qualcosa di strepitoso – continua Schiavon -. All’inizio non ci eravamo bene resi conto della portata dell’evento, pian piano che si avvicinavano le date del ritiro, ci è esploso nelle mani qualcosa di super. È stato senza dubbio l’evento dell’anno. C’erano clienti storici indecisi se venire, che hanno confermato la prenotazione appena hanno saputo della presenza di Alex». Se ce ne fosse bisogno, se la parola del numero uno dell’AssoAlbergatori di Jesolo non bastasse, è sufficiente guardare i numeri per vedere l’effetto Del Piero: l’ex numero 10 juventino ha portato una media di mille tifosi ad ogni allenamento (ed erano anche due al giorno tra il 2 e il 22 agosto), ha firmato 14mila autografi, ha di fatto infiammato cuori che poi hanno soggiornato a Jesolo, permettendogli di respirare a pieni polmoni. «Serve fare tesoro dell’esperienza – spiega Schiavon – e reinvestire gli introiti, come il miliardo e 900mila euro di tassa di soggiorno che dovrebbe entrare nelle casse di Jesolo». Più che strutture, serve una spinta decisa alla promozione e all’organizzazione degli eventi.

«È necessario ripensare il turismo – attacca Marco Michielli di Confturismo Veneto – non si può andare avanti con prezzi sotto la soglia minima, bisogna intervenire per tornare ad essere competitivi sul mercato prima che il turismo, un gigante dalle ossa rotte, smetta di respirare da solo». Ed ecco l’attacco ad un’altra sanguisuga del turismo italiano: gli «Olta», le On Line Travel Agency con sede fiscale all’estero che, proponendo su internet prezzi stracciati, si intascano fino al 20% dell’incasso. «Booking o Expedia vanno contenuti – è l’entrata a gamba tesa di Michielli – quei soldi sono soldi che escono dal mercato italiano e vanno ad arricchire stati esteri. Detto questo noi abbiamo le nostre colpe, con un vuoto nelle politiche del Turismo e con una pubblicità sul web pressoché inesistente, o peggio, fatta malissimo». Dal mare alla montagna, la situazione è identica: «C’è stato un forte calo della domanda – fa notare Gildo Trevisan, presidente degli albergatori di Belluno -. Non siamo per nulla soddisfatti, abbiamo lavorato bene pochi giorni, ma questo non basta. C’è stato un forte calo della redditività. E se poi si continua a prenotare con i siti esteri, ecco che i soldi se ne vanno da un’altra parte e la nostra industria si ferma». Il nervosismo tra le Dolomiti, è doppio, perché il commissariamento della Provincia di Belluno blocca ogni decisione dell’ente turismo. E Cortina? Le cose non migliorano, nemmeno nella Regina delle Dolomiti: «I turisti ci sono, ma sono tutti pendolari – risponde Gherardo Manaigo – pochi si fermano a dormire». Cosa non va? «I controlli che spaventano i clienti».

da corrieredelveneto.corriere.it

Categories : Jesolo, Turismo, Vacanze
Comments (0)

Arriva a Jesolo la mostra dei record Saranno esposti i cadaveri umani
Il due novembre, giorno dei defunti, sarà inaugurata un’esposizione che conta già 37 milioni di spettatori in 60 città. Rimarrà aperta per 10 mesi

jesolo_mostra_body_worldsLa mostra dei record sbarcherà a Jesolo, e non sarà affatto una mostra come tutte le altre. A novembre arriverà direttamente dagli Stati Uniti una grande esposizione di cadaveri umani. Corpi nudi e senza vita, trattati con plastilina e soluzioni chimiche ad hoc, che fino a settembre 2014 metteranno in mostra muscoli, tendini ed ossa. L’inaugurazione, come racconta il quotidiano La Nuova Venezia, è in programma al “Tropicarium” il prossimo 2 novembre, non a caso il giorno dedicato al ricordo dei defunti.

Naturalmente una mostra del genere ha già provocato opposizioni e perplessità in vari ambienti ecclesiastici e culturali, eppure i risultati sono straordinari. A Milano, solo per citare un esempio relativamente vicino, i visitatori sono stati oltre 200mila in cinque mesi. A Jesolo ci si attende dunque un’ampia affluenza di pubblico pure nel periodo invernale. Il promotore di questo evento per l’Italia è Mauro Rigoni, che in questi giorni sta valutando tutti i dettagli logistici ed organizzativi di un evento destinato in ogni caso a lasciare il segno.

La mostra dei corpi veri plastinati, denominata “Body Worlds”, è stata inventata da uno scienziato tedesco con lo scopo di mostrare a tutti come funziona il corpo umano. “Nulla di macabro, sarà un’esposizione interessante per le scuole e le famiglie” garantiscono gli organizzatori. Tra i tanti cadaveri esposti ci dovrebbe essere pure quello di una persona morta per cancro ai polmoni causato dal fumo eccessivo, come si legge sempre sulla Nuova Venezia. In molte città europee e americane la mostra ha riscosso grande successo, ora tocca al banco di prova jesolano. La città punta ad estendere la propria visibilità senza configurarsi solamente come nota località estiva.

da veneziatoday.it

Categories : Eventi, Jesolo
Comments (0)
Aug
21

Jesolo Miss Italia 2013

By · Comments (0)

Miss Italia in direzione Jesolo
Trattativa in corso per Sky o La7
Il concorso versione «low cost». Imprenditori veneti come sponsor. Zaia: «Nessun paletto al concorso da parte della Regione»

di Mauro Zanutto

miss_italia_jesoloA distanza di tre anni dall’ultima edizione di Miss Italia nel Mondo, Jesolo è pronta ad accaparrarsi Miss Italia. Lo storico concorso di bellezza, escluso dai palinsesti Rai, è da tempo alla ricerca di una nuova collocazione, sia televisiva che logistica, prevedendo per il 2013 anche un’edizione «low cost». Opzione che Comune di Jesolo e Regione Veneto hanno colto al volo e che Patrizia Mirigliani (Miren), sulla scorta degli ottimi rapporti avuti in passato con Jesolo, sarebbe pronta a siglare entro pochi giorni. Miss Italia 2013 potrebbe essere trasmessa su La7 (anche se le opzioni Sky e un network di reti locali non sono ancora tramontate), tra fine settembre e inizio ottobre quando Jesolo è ancora in grado di offrire servizi e ospitalità necessari per lo svolgimento della settantaquattresima edizione del concorso. «E’ vero – fa sapere la Miren, società che detiene i diritti di Miss Italia – c’è una trattativa in corso con il Comune di Jesolo e con La7».

Patrizia Mirigliani per ora non si sbilancia, ma le trattative sarebbero in fase finale. L’accordo, in tempi di crisi sia per Miss Italia che per gli enti pubblici, prevedrebbe una «edizione low cost» per accontentare tutti. La famiglia Mirigliani sarebbe pronta così a ridurre ai minimi termini la prefinale nazionale (224 ragazze), a rivoluzionare il format della finalissima, a dimezzare da 5000 a 2500 i pernottamenti del proprio entourage e a ridurre i costi di produzione all’essenziale. Comune e Regione non sborserebbero un centesimo ma si sarebbero impegnati a reperire gli sponsor necessari a coprire una spesa di circa 250 mila euro per alloggi, logistica, stipendi. Dalla Regione Veneto il governatore Zaia che nel 2007 (allora assessore al Turismo) portò a Jesolo Miss Italia nel Mondo, fa sapere che «non c’è nessun paletto da parte della Regione su Miss Italia, ma in tempi di crisi non ci sono soldi pubblici per il concorso».

Sulla stessa linea il sindaco di Jesolo Valerio Zoggia, che punta a siglare un contratto triennale e spiega come intende arrivarci: «Il Comune non sborserà un euro ma possiamo fare tutto con gli sponsor. Ritengo che questa sia un’opportunità da cogliere al volo per cui stiamo facendo il possibile per portare a casa questo evento di portata nazionale». Regione e Comune di Jesolo si sarebbero già attivati per reperire gli sponsor tra i tanti imprenditori Veneti. Da notare che ci sono già imprenditori veneti che contribuiscono da tempo a sostenere Miss Italia, Miluna, Specchiasol e Diadora in primis, perciò una location veneta sarebbe una naturale evoluzione del concorso. Con questa operazione Jesolo allungherebbe concretamente la stagione estiva, considerando che a fine settembre o inizio ottobre la località è ancora aperta. Se nel 2012 Miss Italia ha portato a Montecatini Terme 11 mila pernottamenti, di cui 5000 per la produzione, sul litorale arriverebbero almeno 6000 persone. L’attesa in queste ore è febbrile. La Miren, sommersa di richieste d’informazioni, attraverso il sito di Miss Italia annuncia: «Parte oggi il countdown: ancora dieci giorni prima di scoprire quali saranno le date e la sede delle prefinali e finali nazionali». Nel frattempo sabato in piazza Aurora, si elegge Miss Italia Veneto 2013.

da corrieredelveneto.corriere.it

Categories : Jesolo
Comments (0)

Acronautj, Festival di acrobatica e circo di strada a Jesolo
3 appuntamenti, una rassegna esplosiva di salti mortali e comicità. E’ arrivato il Festival di acrobatica e di circo di strada Acronautj.

jesolo_circo_acrobatica_acronautjEsploratori delle potenzialità dell’acrobazia, gli Acronautj invadono pacificamente le strade per coinvolgere i passanti accompagnandoli festosamente verso il luogo dello spettacolo.

18 agosto – Piazza Milano
Karakasa Circus con Home Sweet Home, uno spettacolo di teatro acrobatico con sapori dei Balcani e acrobati, clown e giocolieri provenienti da Italia, Romania e Russia.

22 agosto – Piazza Nember
Il duo belga degli OkiDok con Slips Experience, uno spettacolo di teatro acrobatico comico, in cui viene riletta l’intera storia della clownerie.

28 agosto – Piazza Mazzini
Sarakasi Trust con Jungle Show, uno spettacolo di teatro acrobatico africano. Il ritmo e l’energia tipica dell’Africa esplodono in questo vibrante show presentato da cinque acrobati di Nairobi, i Pamoja Acrobats.

La direzione artistica del Festival Acronautj è di Alessandro Serena; la produzione è a cura di Circo e dintorni

da veneziatoday.it

Categories : Eventi, Jesolo, Turismo, Vacanze
Comments (0)

Jesolo Appartamenti

Copyright © 2013 All Rights Reserved