Capodanno 2014 a Jesolo con il Festival Show

Festival Show a Jesolo per aspettare Capodanno
Dopo il successo della scorsa estate torna protagonista in piazza Mazzini Gli organizzatori dell’evento hanno trovato l’accordo con il Comune

di Giovanni Cagnassi

jesolo_no_festival_show_2013Finita la stagione, Jesolo pensa già al Capodanno. Mentre si attendono conferme su Miss Italia, ancora in bilico, e si è conclusa tra mille perplessità la festa dei nonni, per la notte del 31 dicembre sono già state avviate le trattative per portare in piazza il Festival Show di Paolo Baruzzo. Reduce dal successo dell’evento in piazza Torino, con diecimila persone ad assistere allo spettacolo musicale all’insegna della bellezza, la carovana del Festival potrebbe essere nuovamente protagonista anche in piazza Mazzini a Capodanno, come sempre con Radio Birikina e Bella e Monella che riserverebbero così un’edizione esclusiva della kermesse.

Gli organizzatori del Festival ne hanno già discusso con l’assessore al turismo, Daniela Donadello e a breve potrebbe arrivare la comunicazione ufficiale se ci sarà l’accordo finale. Il Comune deve già fare i conti con successi e insuccessi che hanno animato il dibattito estivo. Siamo partiti con le notti gialle, alla prima edizione sul litorale, per arrivare ai fasti dell’operazione Del Piero a Jesolo che ha avuto un notevole successo a livello di immagine. Il pienone assicurato è stato però quello di eventi quali i concerti al Terrazza Mare, fino a 30 mila persone, le nottate con i dj del Muretto, la reunion dei bikers al Moon Cafè con annessa pista Azzurra.

Poi è arrivato il turno della festa dei nonni, bella idea, ma forse non capillarmente diffusa tanto che è stata più che altro una bella festa cittadina, ma non certo un boom di presenze. Ora l’incognita di Miss Italia: arriva o non arriva? La finale doveva essere a metà ottobre, adesso potrebbe slittare tra la fine del mese e primi di novembre, senza certezze sulla diretta televisiva. È di questi giorni la lettera aperta agli operatori che il sindaco Valerio Zoggia e il vice Roberto Rugolotto hanno voluto scrivere chiedendo loro di credere in un vero allungamento della stagione che finalmente si sta attuando.

«Abbiamo preso un impegno», scrivono, «quello di protrarre il più a lungo il periodo di attività per arrivare così agli inizi di ottobre. Molte località stanno cercando, con maggiori o minori successi, di allungare la stagione. Un obiettivo ormai diffuso. Proviamo tutti insieme a stringere i denti per rendere gradevole il soggiorno di chi vorrà venire a farci visita in questo periodo».

Ma ormai quasi tutti gli alberghi hanno chiuso e resteranno aperti tutto l’anno, solo una quarantina al massimo.

da nuovavenezia.gelocal.it

Del Piero ed il turismo a Jesolo

Turismo ferito dal meteo
Jesolo salvata da Del Piero
Le categorie: «Crisi e stagione corta, servono piani e idee» Il nodo delle prenotazioni online: «Troppi soldi all’estero»

di Nicola Munaro

jesolo_ritiro_estivo_del_pieroIn montagna «ci sono stati pochi giorni buoni e la redditività si sta azzerando». A Cortina quasi nessuno «si ferma a dormire negli alberghi, non c’era pienone nemmeno a Ferragosto ». A Jesolo «tutto sommato è andata bene ». Ma Jesolo aveva Del Piero, e di questi tempi si è detto tutto. Sì perché l’estate 2013 del turismo Veneto è stata l’ennesima con il segno «meno», stretta nella morsa di una crisi che dal 2008 non ne vuole sapere di mollare e di un meteo inclemente. Se in più ci si mette la cronica mancanza di programmazione, ovvero di eventi e di scarso sostegno dalla politica—come tuonano le principali associazioni di categoria—il gioco è pressoché fatto. E all’orizzonte il cielo di settembre è ancora più fosco. A salvarsi, ancora una volta, potrebbe essere Jesolo, soprattutto se l’amministrazione comunale riuscirà a firmare il contratto con l’organizzazione di Miss Italia, guarda caso un altro evento che, come il calcio, tocca la «pancia» degli italiani. E che potrebbe finire sul network di La 7, con ovvi ritorni d’immagine per la più grande cittadina turistica del litorale: «Eppure maggio e giugno sono stati un disastro – sottolinea Massimiliano Schiavon, presidente degli albergatori di Jesolo -, più che altro per il maltempo. Luglio ci ha sorpreso e agosto, che ci preoccupava, ci ha fatto sorridere».

Ed eccolo l’asso capace di sparigliare le carte: Alessandro Del Piero. «Del Piero è stato qualcosa di strepitoso – continua Schiavon -. All’inizio non ci eravamo bene resi conto della portata dell’evento, pian piano che si avvicinavano le date del ritiro, ci è esploso nelle mani qualcosa di super. È stato senza dubbio l’evento dell’anno. C’erano clienti storici indecisi se venire, che hanno confermato la prenotazione appena hanno saputo della presenza di Alex». Se ce ne fosse bisogno, se la parola del numero uno dell’AssoAlbergatori di Jesolo non bastasse, è sufficiente guardare i numeri per vedere l’effetto Del Piero: l’ex numero 10 juventino ha portato una media di mille tifosi ad ogni allenamento (ed erano anche due al giorno tra il 2 e il 22 agosto), ha firmato 14mila autografi, ha di fatto infiammato cuori che poi hanno soggiornato a Jesolo, permettendogli di respirare a pieni polmoni. «Serve fare tesoro dell’esperienza – spiega Schiavon – e reinvestire gli introiti, come il miliardo e 900mila euro di tassa di soggiorno che dovrebbe entrare nelle casse di Jesolo». Più che strutture, serve una spinta decisa alla promozione e all’organizzazione degli eventi.

«È necessario ripensare il turismo – attacca Marco Michielli di Confturismo Veneto – non si può andare avanti con prezzi sotto la soglia minima, bisogna intervenire per tornare ad essere competitivi sul mercato prima che il turismo, un gigante dalle ossa rotte, smetta di respirare da solo». Ed ecco l’attacco ad un’altra sanguisuga del turismo italiano: gli «Olta», le On Line Travel Agency con sede fiscale all’estero che, proponendo su internet prezzi stracciati, si intascano fino al 20% dell’incasso. «Booking o Expedia vanno contenuti – è l’entrata a gamba tesa di Michielli – quei soldi sono soldi che escono dal mercato italiano e vanno ad arricchire stati esteri. Detto questo noi abbiamo le nostre colpe, con un vuoto nelle politiche del Turismo e con una pubblicità sul web pressoché inesistente, o peggio, fatta malissimo». Dal mare alla montagna, la situazione è identica: «C’è stato un forte calo della domanda – fa notare Gildo Trevisan, presidente degli albergatori di Belluno -. Non siamo per nulla soddisfatti, abbiamo lavorato bene pochi giorni, ma questo non basta. C’è stato un forte calo della redditività. E se poi si continua a prenotare con i siti esteri, ecco che i soldi se ne vanno da un’altra parte e la nostra industria si ferma». Il nervosismo tra le Dolomiti, è doppio, perché il commissariamento della Provincia di Belluno blocca ogni decisione dell’ente turismo. E Cortina? Le cose non migliorano, nemmeno nella Regina delle Dolomiti: «I turisti ci sono, ma sono tutti pendolari – risponde Gherardo Manaigo – pochi si fermano a dormire». Cosa non va? «I controlli che spaventano i clienti».

da corrieredelveneto.corriere.it

Jesolo il Festival di acrobatica e di circo di strada Acronautj

Acronautj, Festival di acrobatica e circo di strada a Jesolo
3 appuntamenti, una rassegna esplosiva di salti mortali e comicità. E’ arrivato il Festival di acrobatica e di circo di strada Acronautj.

jesolo_circo_acrobatica_acronautjEsploratori delle potenzialità dell’acrobazia, gli Acronautj invadono pacificamente le strade per coinvolgere i passanti accompagnandoli festosamente verso il luogo dello spettacolo.

18 agosto – Piazza Milano
Karakasa Circus con Home Sweet Home, uno spettacolo di teatro acrobatico con sapori dei Balcani e acrobati, clown e giocolieri provenienti da Italia, Romania e Russia.

22 agosto – Piazza Nember
Il duo belga degli OkiDok con Slips Experience, uno spettacolo di teatro acrobatico comico, in cui viene riletta l’intera storia della clownerie.

28 agosto – Piazza Mazzini
Sarakasi Trust con Jungle Show, uno spettacolo di teatro acrobatico africano. Il ritmo e l’energia tipica dell’Africa esplodono in questo vibrante show presentato da cinque acrobati di Nairobi, i Pamoja Acrobats.

La direzione artistica del Festival Acronautj è di Alessandro Serena; la produzione è a cura di Circo e dintorni

da veneziatoday.it

Jesolo European Air Show 2013

JESOLO EUROPEAN AIRSHOW – IL PROGRAMMA

jesolo_european_air_showE’ stato diffuso il programma dello Jesolo International Airshow, in calendario il prossimo 1 Settembre 2013. Di seguito i dettagli dei display:

  • EXTRA 300 + WEFLY TEAM + BLUEVOLTIGE TEAM      15:00 – 15:15
  • B717 – Volotea    15:15 – 15:25
  • SUPER PUMA – Swiss Air Force    15:25 – 15:35
  • PC-7 TEAM    – Swiss Air Force    15:35 – 16:00
  • HH 139 DIMOSAR  – Italian Air Force    16:00 – 16:15
  • F 16  – Belgian Air Force    16:15 – 16:25
  • EFA Italian Air Force    16:25 – 16:35
  • PATROUILLE DE FRANCE    16:35 – 17:00
  • MB339CD Italian Air Force    17:00 – 17:10
  • AMX Italia Italian Air Force    17:10 – 17:20
  • GRIPEN Hungarian Air Force    17:20 – 17:30
  • TORNADO Italian Air Force    17:30 – 17:40
  • BREITLING EXTRA 300 – Italia     17:40 – 17:50
  • C27J Italian Air Force    17:50 – 18:00
  • FRECCE TRICOLORI    18:05 – 18:30

comunicato stampa

Jesolo : Moda sotto le stelle 2013

Moda sotto le stelle – edizione di Jesolo

jesolo_moda_sotto_stelle_2013Sabato 10 agosto 2013 si tiene in Piazza Aurora alle 21 la sfilata Moda sotto le stelle edizione di Jesolo.

La direzione artistica dell’evento è realizzata da Livia Zanini. Ingresso gratuito.

Inizio spettacolo con la Academy Zumba Fitness di Ponte di Piave. Prima esibizione di Stilissimo di Raffaella Berton con intimo e tempo libero.

Intervento di Meneghello Igor creazioni, ideatore di costumi teatrali che avrà come ospite la soprano Benedetta Roiter Botter.

Successiva sfilata di Lu.Ti.An confezioni in pelle, con i gioielli di Murano Glass e la cerimonia di Stilissimo.

Finale dedicato alla sposa con una collaborazione di abiti creati da Stilissimo e Meneghello Igor.

da periodicodaily.com

Due euro per camera : la “tassa Del Piero” che gli hotel di Jesolo devono pagare ?

“Tassa Del Piero” in hotel a Jesolo: due euro per ogni camera
Malumori tra gli albergatori per la richiesta fondi straordinaria che coprirà le spese sostenute dal Comune per portare Alex e il suo Sydney in ritiro sul litorale veneto

jesolo_tassa_soggiornoA Jesolo la chiamano già “tassa su Del Piero”. Un contributo facoltativo, ma non troppo, che investe tutti gli albergatori del litorale: due euro per ogni camera. Che non sono molti per piccole pensioni e alberghi di modeste dimensioni con una cinquantina di camere, ma che aumentano per i colossi da 100.

Soprattutto in una stagione estiva dalle ancora tante incognite, con una tassa di soggiorno che ha pesato come una spada di Damocle sugli albergatori alle prese con listini già fatto e prenotazioni effettuate da mesi che non possono essere ritoccate. Per questo, nonostante l’unanimità all’assemblea dell’Aja, molti albergatori adesso arricciano il naso e ci stanno pensando. L’Aja ha calcolato di introitare da questo “balzello” circa 43 mila euro, sui circa 400 alberghi di Jesolo, anche se molte saranno le defezioni. «Allora potevamo pensare a una squadra austriaca», dice un noto albergatore jesolano, «o tedesca, così avremmo avuto davvero un ritorno di turisti, concreto, con prenotazioni effettive. L’effetto Del Piero è più che altro un’operazione di immagine che lascia il tempo che trova».

90 mila euro li metterà il Comune, 60 mila la Regione. Adesso si vedrà quanto metteranno gli albergatori, uniti nel pubblico, oltremodo divisi nel privato delle loro hall. Ma la “questua” non è finita. Si mormora di contratti da circa 1000 euro, quelli dei pezzi più grossi, regolarmente sottoscritti e registrati, per racimolare i soldi mancanti anche tra altri operatori e gestori di attività turistiche di un certo peso che sperano magari in una visita del grande campione e del suo entourage.

In tutto l’operazione costerà attorno ai 280 mila euro, ma ci sono anche le partite di allenamento allo stadio Picchi, a pagamento, le amichevoli tra Padova e Jesolo e molto altro. L’11 agosto, con la Provincia, sarà organizzata anche l’intitolazione di un tratto del lungomare delle stelle, altra iniziativa legata al ritiro precampionato del calciatore con la sua formazione del Sydney. Intanto, la scritta provocatoria “Forza Inter” dell’hotel Capri, adiacente all’hotel Adlon di Matteo Rizzante, uno degli organizzatori, è stata strategicamente coperta con siepi artificiali e teli. Cosa penserebbe Del Piero, che però soggiornerà al Mediterraneo, magari sorseggiando un aperitivo dall’amico Matteo Rizzante, se si trovasse quello striscione da stadio che inneggia agli eterni nemici.

da nuovavenezia.gelocal.it

Jesolo turismo straniero in crescita

Turismo a Jesolo: il settore cresce a luglio, ma mancano gli italiani
Sempre più numerosi i visitatori che non aspettano agosto per riversarsi nelle spiagge. I vacanzieri dal Belpaese però sono ancora in diminuzione

jesolo_turisti_stranieriSole, caldo ed eventi speciali (primo tra tutti l’imminente arrivo del Sydney di Alessandro Del Piero) stanno finalmente risollevando la stagione turistica di Jesolo e di tutto il litorale veneziano. Luglio si rivela infatti essere un periodo d’oro per gli albergatori della laguna, anche se mentre si calcola la crescente importanza del settimo mese dell’anno per il settore, appare preoccupante il dato dei turisti italiani, in rapida diminuzione sulle spiagge nostrane.

Le difficoltà di giugno, tra nubifragi e trombe d’aria, sembrano definitivamente alle spalle: come riporta la Nuova Venezia infatti nel corso dell’ultimo mese il settore turistico è riuscito pienamente a recuperare, con la sola eccezione dell’extralberghiero. Ora albergatori e amministrazioni cittadine sperano di continuare in positivo fino a settembre, complice anche il meteo che, finalmente, parrebbe essere dalla loro parte. D’altronde i dati lo dicono chiaramente: sempre più turisti scelgono di anticipare le ferie di qualche settimana, senza essere più così vincolati ad agosto. Luglio attira soprattutto per il clima più stabile, oltre che per la speranza di prezzi leggermente più abbordabili. Nel 2012 lo stacco tra i due mesi estivi è stato di appena nove punti percentuale a favore dell’ottavo mese dell’anno (le presenze alberghiere complessive a luglio 2012 a Jesolo sono state 865.094, ad agosto 942.906), e nel 2013 la tendenza potrebbe continuare.

Diverso il discorso sulla clientela, che pare invece essere destinata ad un drastico cambiamento. A raggiungere le camere di Jesolo e dintorni sono infatti sempre più stranieri e sempre meno italiani: a luglio 2011 erano 360.330 i turisti provenienti dal belpaese, nel 2012 sono scesi a 337.321. Quanto agli stranieri nel luglio 2011 erano 495.250, e nel 2012 sono saliti a 527.773. Come sempre la presenza più costante è quella tedesca, distribuita in entrambi i mesi centrali dell’estate, ma sono sempre più numerosi anche i visitatori austriaci, che potrebbero aumentare anche del 7% quest’anno. Dietro ai teutonici arrivano poi svizzeri, russi e inglesi. Per quanto riguarda gli italiani, invece, a mordere è sempre la crisi, che spinge a sacrificare costi non necessari e porta sempre più spesso a privilegiare la corsa al mare “in giornata” piuttosto che la settimana sul litorale.

da veneziatoday.it

Jesolo appartamenti sovraffollati per “vacanze low cost”

Vacanza low cost. Appartamenti sovraffollati a Jesolo
La crisi economica costringe i turisti a dividersi le spese. Trovati dieci italiani stipati in un mini di cinquanta metri quadri

di Giovanni Cagnassi

spiaggia_jesolo_aprile_2013Una cinquantina di appartamenti sovraffollati passati al setaccio dalla polizia locale. A questi si aggiungono 300 persone controllate e 300 sanzioni tra locatari, locatori e trasgressori. Per il momento ancora nessun sequestro, ma la polizia locale al comando di Claudio Vanin sta facendo numeri da record nella lotta al sovraffollamento. Il dato sconcertante è che adesso anche gli appartamenti turistici evidenziano situazioni in contrasto con le norme di sicurezza e igienico sanitarie.

Complice la crisi, ci cono residenti che ospitano familiari in vacanza a Jesolo o gruppi di giovani che affittano le abitazioni e poi invitano gli amici in massa. Non sono solo cittadini bengalesi, più o meno regolarmente sul territorio, ad essere sanzionati dal’inizio della stagione.

C’è anche uno spaccato diverso, fatto di italiani, veneti. Il presidente provinciale Fimaa, Federazione mediatori e agenti d’affari della Confcommercio, Alessandro Simonetto, pesa attentamente le parole: «Ci sono situazioni che fanno riflettere e legate a doppia mandata alla crisi che stiamo attraversando. Oggi abbiamo residenti jesolani che ospitano amici e parenti che non possono permettersi le vacanze e incorrono in queste infrazioni, 450 euro, che sono un problema. Poi quelli che affittano a irregolari o non sanno di farlo perché si trovano gli appartamenti sovraffollati. Il consiglio è sempre di rivolgersi a dei professionisti, se possibile, del settore, e rispettare le regole perché i controlli ci sono e sono serrati anche per motivi di sicurezza».

Oggi insomma non si sgarra e anche le case vacanza con le compagnie di amici sono oggetto di controlli. Sono state trovate anche dieci persone in meno di 50 metri quadri di appartamento, ammassati come animali. Nei giorni scorsi, la polizia locale ha sequestrato quasi novemila pezzi di merce contraffatta, quindi denunciato un cittadino marocchino: era fuggito a un controllo al volante della sua Golf, lungo le strade del Lido. L’inseguimento avrebbe esposto a seri rischi i passanti, ma la polizia locale ha riconosciuto l’auto il giorno successivo e lo ha fermato. Cinque gli equipaggi impegnati per un totale di 15 agenti, direttamente coordinati dal comandante Vanin. È stato setacciato tutto il litorale compreso nella zona tra piazza Manzoni e la pineta, in particolar modo i tratti di arenile antistanti via Levantina, via Altinate e via Oriente, accessi compresi, coprendo una zona di circa sette chilometri di arenile.

da nuovavenezia.gelocal.it

Jesolo flash mob contro il femminicidio

Un flashmob sulla spiaggia di Jesolo per dire no al femminicidio
Un evento “a staffetta” che dopo aver toccato tante località balneari si chiuderà sul litorale. Per partecipare basta indossare qualcosa di rosso

jesolo_flash_mob_donnedamare_femminicidioLe “Donnedamare” sbarcano sulla spiaggia di Jesolo organizzando l’edizione estiva della danza dedicata alle donne, per urlare stop al femminicidio. Un flashmob a staffetta che ha toccato diverse spiagge e terminerà proprio sul bagnasciuga di Jesolo venerdì 19 luglio alle ore 16, coinvolgendo i vari consorzi dell’arenile, da piazza Torino a piazza Faro, per un totale di 12 km di spiaggia. L’evento sarà trasmesso in diretta su Radio Padova.

Per partecipare alla catena umana basterà recarsi ai punti di ritrovo dell’animazione Sporting Club Events, segnalati da una bandiera bianca con un sole rosso, oppure della Happy Smile Animation, bandiera di colore arancione. Questi saranno i punti di incontro per dare il via alla catena umana di donne. C’è un’unica regola per partecipare: indossare qualcosa di rosso. Infatti dovrà essere messo in evidenza questo segno di riconoscimento, indossando un paio di scarpe piuttosto che un semplice nastrino legato al polso. Qualsiasi cosa che identifichi l’appartenenza al gruppo come detta il flashmob.

“È un modo simpatico ma estremamente efficace per trattare un tema delicato come il femminicidio coinvolgendo residenti e turisti, di qualsiasi provenienza e nazionalità – spiega l’assessore alle Pari opportunità Daniela Donadello – come Amministrazione comunale stiamo attivando diverse iniziative per ridefinire il ruolo della donna e sensibilizzare la società su questioni gravi come appunto il femminicidio. Ringrazio l’associazione, Federconsorzi ed il sindacato italiano balneari per questa iniziativa che mi auguro possa trovare ampio consenso e partecipazione”.

da veneziatoday.it

Jesolo “Vertical summer tour” 2013

Il “Vertical summer tour” debutta a Jesolo
Dal 20 luglio, con il via a Jesolo, parte l’avventura del ‘Vertical Summer Tour 2013’, grabde sport, divetimento e giochi in otto spiagge italiane per tutta l’estate

di Federico

jesolo_vertical_summer_tour_2013Trentacinque giorni che cambieranno il concetto di vacanze e voglia di divertirsi. Trentacinque giorni a tutto ritmo e sport, quelli che assicura l’edizione 2013 del ‘Vertical Summer Tour’ pronto ad aprire i battenti il prossimo 20 luglio a Jesolo presso le strutture del Bridgman Watersport Center, sulla spiaggia antistante Piazza Brescia.

Da lì partirà un viaggio lungo ed intenso che porterà il ‘Vertical Summer Tour’ a toccare ben sei regioni italiane ma soprattutto alcune delle mete più amate dai turisti italiani e stranieri come Bellaria-Igea Marina, Marina di Ravenna, Torvaianica, Torre San Giovanni, Marina di Eboli, Lascari e Porto Empedocle. Tutto con un solo obiettivo: rendere indimenticabili quei giorni di relax, abbinando sport e divertimento, voglia di fare gruppo e di svago, degustazioni, balli e animazione offerti da uno staff di altissima qualità.

Accanto all’organizzazione curata dalla società torinese Event’s Way che é ormai leader da anni nel settore, tanti partner d’eccezione. A partire da UniCredit che presenterà l’iniziativa ‘Subito Banca’, per avere assieme a un conto corrente a canone azzerato per 2 anni, uno smartphone o un table Samsung a tasso zero. In più tanti gadget brandizzati UniCredit – UEFA Champions League per i migliori che si cimenteranno nel torneo di calciobalilla e al gioco del beach goal. Uno dei punti forti del ‘Vertical Summer Summer 2013’ è rappresentato da una delle discipline più adrenaliniche e divertenti che siano sbarcate negli ultimi tempi in Italia, il SUP.

Antiche origini polinesiane, angolo dell’Oceania nel quale è praticamente sport nazionale, ma spirito moderno, quello che è arrivato in Italia dalle Isole Hawaii che ne sono stata la culla. Una naturale evoluzione del surf, spettacolare e impegnativo al punto giusto: una tavola da cavalcare, una pagaia con la quale spingersi e divertimento assicurato. Succederà anche nel ‘Vertical Summer Tour’ con il supporto specialistico di BIC Sport, azienda leader nel settore che fornirà il suo materiale tecnico da provare liberamente per tutta la giornata, ma anche istruttori specializzati che prenderanno per mano i principianti insegnandone tutti i rudimenti. E ogni giorno a metà pomeriggio spazio alla ‘BIC Sup Race’, gara con premi e riconoscimenti per tutti.

«Siamo davvero contenti di essere tra i partners del Vertical Summer Tour 2013» – afferma Benoît Treguilly, Responsabile Marketing & Comunicazione di Bic Sport Int. – «perché il SUP è uno sport in costante crescita che rappresenta oggi per la nostra azienda il 50% del business, con 20.000 unità vendute nel 2012 e il 65% della pruduzione destinato al mercato americano dove si sta registrando un vero e proprio boom. Grazie al ‘Vertical Summer Tour’, migliaia di persone avranno la possibilità di provare il SUP e di cimentarsi in gare amatoriali con divertimento assicurato”.

E’ solo uno degli appuntamenti ideati in collaborazione con i partner del Tour. Perché ci saranno anche il torneo di Beach Volley e i momenti Dance Robolution abbinati a Irobot, azienda leader mondiale nella produzione di robot domestici utili a facilitare le pulizie di casa. Ci saranno anche dimostrazioni pratiche per testare l’efficacia dei prodotti Irobot, dai più noti Roomba e Scooba al nuovo arrivato Braava. Il cuore pulsante della manifestazione sarà il ‘Vertical Summer Village’.

Ed è qui che dalle 9.30 sino alle 19.30 senza soluzione di sosta ci sarà spazio per balli di gruppo, animazione e divertimento assicurato, oltre che per degustazioni speciali. Quelle offerte da Beltè, marchio del Gruppo Sanpellegrino, che offrirà le sue dissetanti bevande ma assicura anche moltissimi gadget ad hoc per tutti quelli che acquisteranno un prodotto nei punti vendita convenzionati. O come quelle delle caramelle Rìcola, con i sampling di prodotti buoni per tutte le stagioni e i suoi giochi che divertiranno adulti e bambini.

Ma ci saranno anche BEAR, storico marchio di abbigliamento dedicato al surf e allo sportwear che vestirà tutto lo staff al pari degli originalissimi occhiali da sole NEON, mentre Citroën sarà official supplier del ‘Vertical Summer Tour’ con le sue auto e Point Break sarà il media partner ufficiale.

«Avere ottenuto la fiducia di partner così prestigiosi – commenta Flavio Gallarato, responsabile organizzativo del ‘Summer Vertical Tour’ – dimostra come l’idea ancora una volta si sia rivelata vincente. Ora siamo carichi e pronti per animare le migliori spiagge italiane con un programma unico nel suo genere, perché da sempre il nostro intento primario è quello di coniugare sport e divertimento a 360°». La macchina del ‘Vertical Summer Tour’ è pronta, mancate solo voi.

da veneziatoday.it