Jesolo European Air Show 2013

JESOLO EUROPEAN AIRSHOW – IL PROGRAMMA

jesolo_european_air_showE’ stato diffuso il programma dello Jesolo International Airshow, in calendario il prossimo 1 Settembre 2013. Di seguito i dettagli dei display:

  • EXTRA 300 + WEFLY TEAM + BLUEVOLTIGE TEAM      15:00 – 15:15
  • B717 – Volotea    15:15 – 15:25
  • SUPER PUMA – Swiss Air Force    15:25 – 15:35
  • PC-7 TEAM    – Swiss Air Force    15:35 – 16:00
  • HH 139 DIMOSAR  – Italian Air Force    16:00 – 16:15
  • F 16  – Belgian Air Force    16:15 – 16:25
  • EFA Italian Air Force    16:25 – 16:35
  • PATROUILLE DE FRANCE    16:35 – 17:00
  • MB339CD Italian Air Force    17:00 – 17:10
  • AMX Italia Italian Air Force    17:10 – 17:20
  • GRIPEN Hungarian Air Force    17:20 – 17:30
  • TORNADO Italian Air Force    17:30 – 17:40
  • BREITLING EXTRA 300 – Italia     17:40 – 17:50
  • C27J Italian Air Force    17:50 – 18:00
  • FRECCE TRICOLORI    18:05 – 18:30

comunicato stampa

Jesolo : Moda sotto le stelle 2013

Moda sotto le stelle – edizione di Jesolo

jesolo_moda_sotto_stelle_2013Sabato 10 agosto 2013 si tiene in Piazza Aurora alle 21 la sfilata Moda sotto le stelle edizione di Jesolo.

La direzione artistica dell’evento è realizzata da Livia Zanini. Ingresso gratuito.

Inizio spettacolo con la Academy Zumba Fitness di Ponte di Piave. Prima esibizione di Stilissimo di Raffaella Berton con intimo e tempo libero.

Intervento di Meneghello Igor creazioni, ideatore di costumi teatrali che avrà come ospite la soprano Benedetta Roiter Botter.

Successiva sfilata di Lu.Ti.An confezioni in pelle, con i gioielli di Murano Glass e la cerimonia di Stilissimo.

Finale dedicato alla sposa con una collaborazione di abiti creati da Stilissimo e Meneghello Igor.

da periodicodaily.com

Fisco a Jesolo e Sottomarina

Maxi-controllo anti-evasione del Fisco: agenti a Jesolo e Sottomarina
Nel Veneziano sono state setacciate 26 tra discoteche, bar, gioiellerie e spa. Un’operazione in tutte le più conosciute località di mare del Paese: oltre cento controlli di Ágenzia delle Entrate e Siae

jesolo_lido_stagione_2013C’è anche Jesolo tra le località scelte dal Fisco per il maxi-controllo anti-evasione in corso in tutta Italia durante le vacanze estive. «Sono due o tre giorni che l’Agenzia delle entrate sta facendo controlli a Jesolo con una imponente task force di uomini: speriamo che vengano fatti senza fare sensazionalismo, come accadde per Cortina», conferma il sindaco Valerio Zoggia. «Qualche commerciante si è lamentato – prosegue – perché si stanno controllando le attività degli italiani e molto meno quelle degli stranieri». A Jesolo e Sottomarina in Veneto sono state setacciate 26 tra discoteche, bar, gioiellerie e spa.

In tutto sono un centinaio i controlli nelle più celebrate località balneari, da Porto Cervo a Capri, a Portofino, a Taormina, a Gallipoli e a Santa Margherita, che sono stati messi in campo nel week end dall’Agenzia per le Entrate. I controlli, svolti da venerdì a sabato sera, sono stati effettuati in numerose discoteche, bar, gioiellerie, spa e ristoranti. Gli esercizi controllati sono stati selezionati a seguito di una preventiva approfondita attività di analisi del rischio basata su elementi informativi presenti nell’Anagrafe Tributaria (ma anche derivanti dalla conoscenza del territorio) che hanno fatto emergere anomalie e assenza di controlli negli ultimi anni.

I controlli presso i locali notturni sono stati svolti insieme agli uomini della Siae (anche la selezione è avvenuta con il loro supporto). A Porto Cervo e Porto Rotondo (Sardegna) sono stati controllati 14 tra gioiellerie, spa, disco (alcuni con lido/ristorante/bar incluso); a Portofino e Santa Margherita le ispezioni sono state svolte in 10 locali tra discoteche, gioiellerie, spa, bar e ristoranti. In Puglia i controlli hanno riguardato 36 esercizi a Monopoli, Molfetta, Bari, Torre a Mare, Margherita di Savoia, Bisceglie, Barletta, Fasano, Ostuni, Mesagne, Peschici, Vieste, Mattinata, Legge, Gallipoli, Porto Cesareo, Cutrofano, Taranto, Leporano. In Sicilia i controlli hanno riguardato 5 esercizi a Taormina, Cefalù e Catania.

da nuovavenezia.gelocal.it

Jesolo un chilometro di fondale marino mappato da ricercatori Cnr

Jesolo, ricercatori Cnr mappano un chilometro di fondale marino
L’obbiettivo è ottenere un’immagine “numerica” di un tratto di costa dal limite della spiaggia emersa fino a circa 1 miglio dalla linea di riva. Giovani al lavoro in zona Pineta

jesolo_trofeo_nazionale_team_raceUn’immagine “numerica” di un tratto di costa jesolano dal limite della spiaggia emersa fino a circa 1 miglio dalla linea di riva. Questo l’obiettivo raggiunto, a Jesolo, dai ricercatori dell’Istituto di Scienze marine, Ismar, del Consiglio nazionale delle ricerche che hanno coordinato l’attività di misurazione dell’elevazione della spiaggia emersa e della linea di battigia, mappando il fondale jesolano con strumenti ad altissima risoluzione, in un’area di circa un chilometro di estensione.

L’area sulla quale si sono concentrati gli studi è stata il tratto di costa antistante l’Hotel Regent’s in Pineta, in quanto “Area Test Strategica” all’interno del Progetto denominato Ritmare (La Ricerca Italiana per il Mare), il più corposo dei “Progetti Bandiera” finanziati dal nostro Paese a partire dal 2012, coordinato dal Cnr. A conferma della rilevanza di questo tratto di spiaggia come “caso di studio” paradigmatico, la Ismar ha anche posizionato dallo scorso marzo (in collaborazione con il Comune di Jesolo e la Regione Veneto) uno strumento che misura “in continuo” l’andamento della marea, della velocità delle correnti e dell’altezza delle onde che caratterizzano le mareggiate locali. I dati acquisiti consentiranno nei prossimi anni ai ricercatori Ismar di “modellizzare” con strumenti matematici innovativi e l’impiego di supercalcolatori, le dinamiche di questo importante tratto di mare, per comprenderne processi di circolazione, trasporto di sedimenti, evoluzione della linea di riva e modifiche morfologiche.

Tale interesse scientifico è stato ben recepito dal territorio locale e l’attività, coadiuvata da mezzi e uomini della locale Capitaneria di Porto, ha ricevuto importanti supporti logistici, oltre che dall’Ufficio Demanio del Comune, anche da Jesolo Turismo. Numerosissime le domande da parte di bagnanti e curiosi, attratti dall’attività dei ricercatori e coinvolti dalle loro spiegazioni sul tema. “Questa prima fase di misure servirà a definire lo “stato di partenza” dell’area in esame” – spiega Sandro Carniel, ricercatore dell’Ismar di Venezia – al quale verranno poi integrate le misure acquisite sia dal punto di misura permanente che durante campagne mirate condotte con cadenza bi-mensile”.

Completano il quadro delle speciali telecamere atte a monitorare l’andamento della linea di riva e l’evoluzione delle barre litoranee per la durata del progetto, previsto in scadenza a fine 2016. Ma l’interesse da parte della comunità oceanografica italiana per questo importante tratto di costa veneta va oltre. Il gruppo di ricerca sta perfezionando una proposta per una attività di monitoraggio che verrà effettuata nel periodo invernale a bordo della nave oceanografica del Cnr “Urania”; la campagna oceanografica vedrà la partecipazione di esperti internazionali e prevede anche l’utilizzo di un mezzo autonomo sottomarino (denominato Remus) che scorrazzerà nell’area appena “fotografata”, per acquisirne la nuova batimetria e raccogliere in poche ore informazioni su tutta l’area in esame.

“Le attività che portiamo avanti a Jesolo rappresentano un rilevante investimento in termini di cervelli, mezzi e denaro. Noi ci crediamo fermamente e ci ha positivamente colpito la grande disponibilità dell’Amministrazione nei nostri confronti – continua Carniel -. La conoscenza della dinamica dei processi costieri dell’area jesolana potrà aiutare a decifrare, comprendere e prevedere come questa zona reagisca non solo alla circolazione “media”, ma anche a  mareggiate estreme, che nel recente passato si sono rese responsabili di grandi disagi ed ingenti danni”. “Questa importante collaborazione dev’essere il punto di partenza di uno studio scientifico e dettagliato sulle maree – commenta il sindaco Valerio Zoggia – e siamo soddisfatti per l’avvio di questa collaborazione con un giovane gruppo di scienziati del Cnr”.

da veneziatoday.it

Due euro per camera : la “tassa Del Piero” che gli hotel di Jesolo devono pagare ?

“Tassa Del Piero” in hotel a Jesolo: due euro per ogni camera
Malumori tra gli albergatori per la richiesta fondi straordinaria che coprirà le spese sostenute dal Comune per portare Alex e il suo Sydney in ritiro sul litorale veneto

jesolo_tassa_soggiornoA Jesolo la chiamano già “tassa su Del Piero”. Un contributo facoltativo, ma non troppo, che investe tutti gli albergatori del litorale: due euro per ogni camera. Che non sono molti per piccole pensioni e alberghi di modeste dimensioni con una cinquantina di camere, ma che aumentano per i colossi da 100.

Soprattutto in una stagione estiva dalle ancora tante incognite, con una tassa di soggiorno che ha pesato come una spada di Damocle sugli albergatori alle prese con listini già fatto e prenotazioni effettuate da mesi che non possono essere ritoccate. Per questo, nonostante l’unanimità all’assemblea dell’Aja, molti albergatori adesso arricciano il naso e ci stanno pensando. L’Aja ha calcolato di introitare da questo “balzello” circa 43 mila euro, sui circa 400 alberghi di Jesolo, anche se molte saranno le defezioni. «Allora potevamo pensare a una squadra austriaca», dice un noto albergatore jesolano, «o tedesca, così avremmo avuto davvero un ritorno di turisti, concreto, con prenotazioni effettive. L’effetto Del Piero è più che altro un’operazione di immagine che lascia il tempo che trova».

90 mila euro li metterà il Comune, 60 mila la Regione. Adesso si vedrà quanto metteranno gli albergatori, uniti nel pubblico, oltremodo divisi nel privato delle loro hall. Ma la “questua” non è finita. Si mormora di contratti da circa 1000 euro, quelli dei pezzi più grossi, regolarmente sottoscritti e registrati, per racimolare i soldi mancanti anche tra altri operatori e gestori di attività turistiche di un certo peso che sperano magari in una visita del grande campione e del suo entourage.

In tutto l’operazione costerà attorno ai 280 mila euro, ma ci sono anche le partite di allenamento allo stadio Picchi, a pagamento, le amichevoli tra Padova e Jesolo e molto altro. L’11 agosto, con la Provincia, sarà organizzata anche l’intitolazione di un tratto del lungomare delle stelle, altra iniziativa legata al ritiro precampionato del calciatore con la sua formazione del Sydney. Intanto, la scritta provocatoria “Forza Inter” dell’hotel Capri, adiacente all’hotel Adlon di Matteo Rizzante, uno degli organizzatori, è stata strategicamente coperta con siepi artificiali e teli. Cosa penserebbe Del Piero, che però soggiornerà al Mediterraneo, magari sorseggiando un aperitivo dall’amico Matteo Rizzante, se si trovasse quello striscione da stadio che inneggia agli eterni nemici.

da nuovavenezia.gelocal.it

Lungomare di Jesolo Pineta intitolato a Del Piero

Jesolo intitola il lungomare della Pineta a Alex Del Piero
La cerimonia con il calco del piede del campione si terrà l’11 agosto. Il campione sarà in ritiro pre-campionato con il suo Sydeny dal 2 al 22 agosto

di Giovanni Cagnassi

jesolo_pineta_del_pieroJesolo intitola il lungomare della Pineta a Alex Del Piero, il campione di calcio in ritiro precampionato con il suo Sydney dal 2 al 22 agosto proprio nella località veneziana.

Domenica 11 agosto sarà organizzata la cerimonia con il calco del piede, e non della mano come di consueto, di Alex. Sarà dunque scoperta la targa “Lungomare Alessandro Del Piero”, davanti al consorzio Relax Beach, quindi nella zona di piazza Europa. Una battaglia vinta per gli operatori della Pineta che da anni chiedono maggiori attenzioni da parte del Comune e delle associazioni di categoria.

Nei giorni scorsi, dalle sale scintillanti dell’hotel Elite, i titolari avevano parlato a nome degli operatori della zona per sollecitare un interessamento nell’occasione dell’arrivo di Del Piero.

«La Pineta è stata la parte più colpita dalle mareggiate», ha detto il presidente della Federconsorzi di Jesolo, uno degli artefici dell’arrivo di Del Piero, Renato Cattai, «per questo motivo, e per i ritardi che questo tratto ha dovuto subire all’inizio della stagione, abbiamo pensato a intitolare il lungomare che sarà un modo per rilanciare tutta la zona est del lido». La città si prepara ad accogliere il grande calciatore con tutta la sua formazione. Sarà una festa per la Jesolo, costata circa 280 mila euro, di cui 90 mila dal Comune e 60 mila dalla Regione.

Ci sono stati anche dei dissensi mal celati in giunta e nella maggioranza, ma l’operazione Del Piero sembra aver centrato il primo obiettivo: far parlare di Jesolo in Italia e nel mondo. Il sindaco, Valerio Zoggia, ci crede fortemente, così come le associazioni di categoria del turismo che sono state compatte e hanno coperto una consistente parte dei costi.

da nuovavenezia.gelocal.it

Jesolo turismo straniero in crescita

Turismo a Jesolo: il settore cresce a luglio, ma mancano gli italiani
Sempre più numerosi i visitatori che non aspettano agosto per riversarsi nelle spiagge. I vacanzieri dal Belpaese però sono ancora in diminuzione

jesolo_turisti_stranieriSole, caldo ed eventi speciali (primo tra tutti l’imminente arrivo del Sydney di Alessandro Del Piero) stanno finalmente risollevando la stagione turistica di Jesolo e di tutto il litorale veneziano. Luglio si rivela infatti essere un periodo d’oro per gli albergatori della laguna, anche se mentre si calcola la crescente importanza del settimo mese dell’anno per il settore, appare preoccupante il dato dei turisti italiani, in rapida diminuzione sulle spiagge nostrane.

Le difficoltà di giugno, tra nubifragi e trombe d’aria, sembrano definitivamente alle spalle: come riporta la Nuova Venezia infatti nel corso dell’ultimo mese il settore turistico è riuscito pienamente a recuperare, con la sola eccezione dell’extralberghiero. Ora albergatori e amministrazioni cittadine sperano di continuare in positivo fino a settembre, complice anche il meteo che, finalmente, parrebbe essere dalla loro parte. D’altronde i dati lo dicono chiaramente: sempre più turisti scelgono di anticipare le ferie di qualche settimana, senza essere più così vincolati ad agosto. Luglio attira soprattutto per il clima più stabile, oltre che per la speranza di prezzi leggermente più abbordabili. Nel 2012 lo stacco tra i due mesi estivi è stato di appena nove punti percentuale a favore dell’ottavo mese dell’anno (le presenze alberghiere complessive a luglio 2012 a Jesolo sono state 865.094, ad agosto 942.906), e nel 2013 la tendenza potrebbe continuare.

Diverso il discorso sulla clientela, che pare invece essere destinata ad un drastico cambiamento. A raggiungere le camere di Jesolo e dintorni sono infatti sempre più stranieri e sempre meno italiani: a luglio 2011 erano 360.330 i turisti provenienti dal belpaese, nel 2012 sono scesi a 337.321. Quanto agli stranieri nel luglio 2011 erano 495.250, e nel 2012 sono saliti a 527.773. Come sempre la presenza più costante è quella tedesca, distribuita in entrambi i mesi centrali dell’estate, ma sono sempre più numerosi anche i visitatori austriaci, che potrebbero aumentare anche del 7% quest’anno. Dietro ai teutonici arrivano poi svizzeri, russi e inglesi. Per quanto riguarda gli italiani, invece, a mordere è sempre la crisi, che spinge a sacrificare costi non necessari e porta sempre più spesso a privilegiare la corsa al mare “in giornata” piuttosto che la settimana sul litorale.

da veneziatoday.it

Jesolo appartamenti sovraffollati per “vacanze low cost”

Vacanza low cost. Appartamenti sovraffollati a Jesolo
La crisi economica costringe i turisti a dividersi le spese. Trovati dieci italiani stipati in un mini di cinquanta metri quadri

di Giovanni Cagnassi

spiaggia_jesolo_aprile_2013Una cinquantina di appartamenti sovraffollati passati al setaccio dalla polizia locale. A questi si aggiungono 300 persone controllate e 300 sanzioni tra locatari, locatori e trasgressori. Per il momento ancora nessun sequestro, ma la polizia locale al comando di Claudio Vanin sta facendo numeri da record nella lotta al sovraffollamento. Il dato sconcertante è che adesso anche gli appartamenti turistici evidenziano situazioni in contrasto con le norme di sicurezza e igienico sanitarie.

Complice la crisi, ci cono residenti che ospitano familiari in vacanza a Jesolo o gruppi di giovani che affittano le abitazioni e poi invitano gli amici in massa. Non sono solo cittadini bengalesi, più o meno regolarmente sul territorio, ad essere sanzionati dal’inizio della stagione.

C’è anche uno spaccato diverso, fatto di italiani, veneti. Il presidente provinciale Fimaa, Federazione mediatori e agenti d’affari della Confcommercio, Alessandro Simonetto, pesa attentamente le parole: «Ci sono situazioni che fanno riflettere e legate a doppia mandata alla crisi che stiamo attraversando. Oggi abbiamo residenti jesolani che ospitano amici e parenti che non possono permettersi le vacanze e incorrono in queste infrazioni, 450 euro, che sono un problema. Poi quelli che affittano a irregolari o non sanno di farlo perché si trovano gli appartamenti sovraffollati. Il consiglio è sempre di rivolgersi a dei professionisti, se possibile, del settore, e rispettare le regole perché i controlli ci sono e sono serrati anche per motivi di sicurezza».

Oggi insomma non si sgarra e anche le case vacanza con le compagnie di amici sono oggetto di controlli. Sono state trovate anche dieci persone in meno di 50 metri quadri di appartamento, ammassati come animali. Nei giorni scorsi, la polizia locale ha sequestrato quasi novemila pezzi di merce contraffatta, quindi denunciato un cittadino marocchino: era fuggito a un controllo al volante della sua Golf, lungo le strade del Lido. L’inseguimento avrebbe esposto a seri rischi i passanti, ma la polizia locale ha riconosciuto l’auto il giorno successivo e lo ha fermato. Cinque gli equipaggi impegnati per un totale di 15 agenti, direttamente coordinati dal comandante Vanin. È stato setacciato tutto il litorale compreso nella zona tra piazza Manzoni e la pineta, in particolar modo i tratti di arenile antistanti via Levantina, via Altinate e via Oriente, accessi compresi, coprendo una zona di circa sette chilometri di arenile.

da nuovavenezia.gelocal.it

Jesolo flash mob contro il femminicidio

Un flashmob sulla spiaggia di Jesolo per dire no al femminicidio
Un evento “a staffetta” che dopo aver toccato tante località balneari si chiuderà sul litorale. Per partecipare basta indossare qualcosa di rosso

jesolo_flash_mob_donnedamare_femminicidioLe “Donnedamare” sbarcano sulla spiaggia di Jesolo organizzando l’edizione estiva della danza dedicata alle donne, per urlare stop al femminicidio. Un flashmob a staffetta che ha toccato diverse spiagge e terminerà proprio sul bagnasciuga di Jesolo venerdì 19 luglio alle ore 16, coinvolgendo i vari consorzi dell’arenile, da piazza Torino a piazza Faro, per un totale di 12 km di spiaggia. L’evento sarà trasmesso in diretta su Radio Padova.

Per partecipare alla catena umana basterà recarsi ai punti di ritrovo dell’animazione Sporting Club Events, segnalati da una bandiera bianca con un sole rosso, oppure della Happy Smile Animation, bandiera di colore arancione. Questi saranno i punti di incontro per dare il via alla catena umana di donne. C’è un’unica regola per partecipare: indossare qualcosa di rosso. Infatti dovrà essere messo in evidenza questo segno di riconoscimento, indossando un paio di scarpe piuttosto che un semplice nastrino legato al polso. Qualsiasi cosa che identifichi l’appartenenza al gruppo come detta il flashmob.

“È un modo simpatico ma estremamente efficace per trattare un tema delicato come il femminicidio coinvolgendo residenti e turisti, di qualsiasi provenienza e nazionalità – spiega l’assessore alle Pari opportunità Daniela Donadello – come Amministrazione comunale stiamo attivando diverse iniziative per ridefinire il ruolo della donna e sensibilizzare la società su questioni gravi come appunto il femminicidio. Ringrazio l’associazione, Federconsorzi ed il sindacato italiano balneari per questa iniziativa che mi auguro possa trovare ampio consenso e partecipazione”.

da veneziatoday.it

Jesolo “Vertical summer tour” 2013

Il “Vertical summer tour” debutta a Jesolo
Dal 20 luglio, con il via a Jesolo, parte l’avventura del ‘Vertical Summer Tour 2013’, grabde sport, divetimento e giochi in otto spiagge italiane per tutta l’estate

di Federico

jesolo_vertical_summer_tour_2013Trentacinque giorni che cambieranno il concetto di vacanze e voglia di divertirsi. Trentacinque giorni a tutto ritmo e sport, quelli che assicura l’edizione 2013 del ‘Vertical Summer Tour’ pronto ad aprire i battenti il prossimo 20 luglio a Jesolo presso le strutture del Bridgman Watersport Center, sulla spiaggia antistante Piazza Brescia.

Da lì partirà un viaggio lungo ed intenso che porterà il ‘Vertical Summer Tour’ a toccare ben sei regioni italiane ma soprattutto alcune delle mete più amate dai turisti italiani e stranieri come Bellaria-Igea Marina, Marina di Ravenna, Torvaianica, Torre San Giovanni, Marina di Eboli, Lascari e Porto Empedocle. Tutto con un solo obiettivo: rendere indimenticabili quei giorni di relax, abbinando sport e divertimento, voglia di fare gruppo e di svago, degustazioni, balli e animazione offerti da uno staff di altissima qualità.

Accanto all’organizzazione curata dalla società torinese Event’s Way che é ormai leader da anni nel settore, tanti partner d’eccezione. A partire da UniCredit che presenterà l’iniziativa ‘Subito Banca’, per avere assieme a un conto corrente a canone azzerato per 2 anni, uno smartphone o un table Samsung a tasso zero. In più tanti gadget brandizzati UniCredit – UEFA Champions League per i migliori che si cimenteranno nel torneo di calciobalilla e al gioco del beach goal. Uno dei punti forti del ‘Vertical Summer Summer 2013’ è rappresentato da una delle discipline più adrenaliniche e divertenti che siano sbarcate negli ultimi tempi in Italia, il SUP.

Antiche origini polinesiane, angolo dell’Oceania nel quale è praticamente sport nazionale, ma spirito moderno, quello che è arrivato in Italia dalle Isole Hawaii che ne sono stata la culla. Una naturale evoluzione del surf, spettacolare e impegnativo al punto giusto: una tavola da cavalcare, una pagaia con la quale spingersi e divertimento assicurato. Succederà anche nel ‘Vertical Summer Tour’ con il supporto specialistico di BIC Sport, azienda leader nel settore che fornirà il suo materiale tecnico da provare liberamente per tutta la giornata, ma anche istruttori specializzati che prenderanno per mano i principianti insegnandone tutti i rudimenti. E ogni giorno a metà pomeriggio spazio alla ‘BIC Sup Race’, gara con premi e riconoscimenti per tutti.

«Siamo davvero contenti di essere tra i partners del Vertical Summer Tour 2013» – afferma Benoît Treguilly, Responsabile Marketing & Comunicazione di Bic Sport Int. – «perché il SUP è uno sport in costante crescita che rappresenta oggi per la nostra azienda il 50% del business, con 20.000 unità vendute nel 2012 e il 65% della pruduzione destinato al mercato americano dove si sta registrando un vero e proprio boom. Grazie al ‘Vertical Summer Tour’, migliaia di persone avranno la possibilità di provare il SUP e di cimentarsi in gare amatoriali con divertimento assicurato”.

E’ solo uno degli appuntamenti ideati in collaborazione con i partner del Tour. Perché ci saranno anche il torneo di Beach Volley e i momenti Dance Robolution abbinati a Irobot, azienda leader mondiale nella produzione di robot domestici utili a facilitare le pulizie di casa. Ci saranno anche dimostrazioni pratiche per testare l’efficacia dei prodotti Irobot, dai più noti Roomba e Scooba al nuovo arrivato Braava. Il cuore pulsante della manifestazione sarà il ‘Vertical Summer Village’.

Ed è qui che dalle 9.30 sino alle 19.30 senza soluzione di sosta ci sarà spazio per balli di gruppo, animazione e divertimento assicurato, oltre che per degustazioni speciali. Quelle offerte da Beltè, marchio del Gruppo Sanpellegrino, che offrirà le sue dissetanti bevande ma assicura anche moltissimi gadget ad hoc per tutti quelli che acquisteranno un prodotto nei punti vendita convenzionati. O come quelle delle caramelle Rìcola, con i sampling di prodotti buoni per tutte le stagioni e i suoi giochi che divertiranno adulti e bambini.

Ma ci saranno anche BEAR, storico marchio di abbigliamento dedicato al surf e allo sportwear che vestirà tutto lo staff al pari degli originalissimi occhiali da sole NEON, mentre Citroën sarà official supplier del ‘Vertical Summer Tour’ con le sue auto e Point Break sarà il media partner ufficiale.

«Avere ottenuto la fiducia di partner così prestigiosi – commenta Flavio Gallarato, responsabile organizzativo del ‘Summer Vertical Tour’ – dimostra come l’idea ancora una volta si sia rivelata vincente. Ora siamo carichi e pronti per animare le migliori spiagge italiane con un programma unico nel suo genere, perché da sempre il nostro intento primario è quello di coniugare sport e divertimento a 360°». La macchina del ‘Vertical Summer Tour’ è pronta, mancate solo voi.

da veneziatoday.it